Io, le TLC e l’importanza della strategia

In Italia sembra che strategia sia una brutta parola ūüôā

Vi faccio qualche esempio.

Circa 3 anni fa mi chiama un primario operatore telefonico. Cercavano un “innovation manager” e volevano farmi un colloquio.

Ero nei miei 6 mesi sabbatici dopo essere uscito dal Kerios Group (che in origine dovevano essere 12 ma poi mi son stufato prima).

Il mio ipotetico¬†futuro capo (che rispondeva direttamente al CEO) mi chiese “quale √® secondo te la principale minaccia strategica per noi”?

E io in risposta gli descrissi il trend per cui per 80% del tempo gli utenti smartphone early adopters stavano gi√† allora sotto wifi e il fatto che la connessione √® percepita come una commodity totale (molto spesso neanche ti ricordi che tariffa hai…).

Gli dissi anche che continuando a fare campagne sul “prezzo” avevano ridotto il loro prodotto a una cosa senza valore, e che tutto il valore della connessione era ormai “assegnato” nella catena del valore¬†ai gate keeper (Facebook e Google prima di tutto).

Ergo, che ad un certo punto qualcuno si sarebbe chiesto:

“ma della compagnia telefonica che ce ne facciamo?”

Gli dissi tempo 5 anni.

La risposta fu “ma con questa roba che mi hai detto io come ci aumento il fatturato il mese prossimo?”

Oggi, dopo 3 anni circa:

– Google Voice, Hangout e adesso sono diventati operatore

РFacebook e Whatsup 

– etc.

La morale (OK la morale √® sempre quella “ignoranza e morganella 😁”).

Seriamente:

se non state pensando al futuro del vostro settore c’√® qualcuno da qualche parte che sta pensando a come sfilarvelo da sotto il culo.¬†

Categories: Uncategorized

1 comment

  • Cesare

    Marco, aggiungo che nella stessa epoca dicevo loro “√ą ormai molto pi√Ļ difficile che voi riusciate a creare uno smartphone bello che Apple ad infilarci una SIM propria in tutti i suoi device….”. Et voila’. Commodity totale, come tanti altri servizi, banche, assicurazioni… non hanno capito o si sono dimenticati i fondamentali, il servizio al Cliente, il LTV, la coerenza dei valori…, l’INNOVAZIONE. Aggiungo non vogliono ascoltare e non hanno pi√Ļ coraggio; quando devono affrontare l’innovazione pensano di avere troppo da perdere nel “business ad usual” (cadrega compresa) ed il bello √® che questi dinosauri manco si comprano i potenziali competitor… Tieni duro, perch√© dobbiamo provare a cambiare ‘sto modo di fare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *